In offerta!

Terre di San Leonardo 2018 “Tenuta San Leonardo”

14,5 

DESCRIZIONE

Terre di San Leonardo 2018 “Tenuta San Leonardo”, classico taglio bordolese, ricalca le orme del “fratello maggiore” San Leonardo, nascendo dal medesimo terroir, esprime grande freschezza ed equilibrio. Un vino ampio e avvolgente, spicca di carattere, che gli permette di avere una buona capacità di invecchiamento negli anni stupendo in intensità ed eleganza. I sentori sono vinosi in gioventù per poi trasformarsi con l’invecchiamento in prugna matura su fondo lievemente erbaceo. Il gusto è asciutto, morbido, equilibrato con fine bocca piacevolmente amarognolo, buona la persistenza aromatica che esprime grande finezza.

Classico vino da tavola che può spaziare in abbinamento da primi piatti con salse rosse e scure, paste ripiene e secondi di carne in umido o alla griglia.

Scorri giù per le descrizione completa! 

INFORMAZIONI TECNICHE 

Astuccio: Senza Astuccio
Produttore: Tenuta San Leonardo
Nazione: Italia
Tipologia: Vino rosso
Vitigno: Cabernet Sauvignon 50%,Merlot 40%,Carmenere 10%
Denominazione: Vigneti delle Dolomiti IGT
Regione: Trentino-Alto Adige
Zona di Produzione: Avio(TN)
Annata: 2018

Esaurito

Descrizione

DESCRIZIONE DEL VINO ROSSO TERRE DI SAN LEONARDO 2018 “TENUTA SAN LEONARDO”

Terre di San Leonardo 2018 “Tenuta San Leonardo”: la Tenuta San Leonardo si trova incastonata nella Valle dell’Adige tra le pendici del Monte Baldo e i Monti Lessini. La neve, nei mesi invernali, ricopre spesso i vigneti proteggendoli dal grande freddo mentre, nel periodo vegetativo della vite, è un microclima ideale quello che accompagna lo sviluppo dei grappoli e la maturazione delle uve.

All’interno della tenuta si coltivano vitigni internazionali; il Carmenère, messo a dimora a metà del 1800, è la vera essenza dei vini di San Leonardo, allevato sia a pergola che a Guyot dona il carattere e l’identità al San Leonardo. Il Merlot piantato nei primi del 1900 e coltivato sia a cordone speronato che a pergola, regala invece rotondità e morbidezza. Mentre il Cabernet Sauvignon, piantato dal Marchese Carlo nel 1978 e coltivato esclusivamente a cordone speronato, dona struttura ed eleganza. Le densità d’impianto variano a seconda del tipo di allevamento: 6.200 ceppi ad ettaro per il guyot e il cordone speronato e 1.800 per la pergola doppia trentina.

Cabernet Sauvignon, Merlot e Carmenère fermentano spontaneamente in piccole vasche di cemento per circa 15-18 giorni con svariati rimontati giornalieri e délestage. Alla fermentazione segue l’affinamento 80% in vasca di cemento e 20% in barriques di rovere francese.

Tenuta all’invecchiamento che può superare anche i 5 anni se svolto correttamente.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Terre di San Leonardo 2018 “Tenuta San Leonardo”, classico taglio bordolese, ricalca le orme del “fratello maggiore” San Leonardo, nascendo dal medesimo terroir, esprime grande freschezza ed equilibrio.

Perfetta introduzione al mondo di San Leonardo, si presenta di un colore rosso rubino scuro. Al naso esprime un bouquet ricco e ampio di frutta rossa, frutti bosco, prugne sotto alcol, spezie ed erbe di montagna. In bocca asciutto, morbido e suadente, trama tannica delicata e un’esplosione di frutti rossi.

Ottimo vino qualità-prezzo con cui potersi divertire negli abbinamenti. Ottimo con carni in umido, salumi, formaggi stagionati e risotti autunnali. Servire a 18C°.

Per vedere l’azienda da più vicino clicca qui.